Caratteristiche dell’acqua

L’acqua termale di Casciana è denominata Acqua Mathelda e sgorga dalla sorgente ad una temperatura costante e naturale di 35,7°c.

Appartiene alla famiglia delle bicarbonato solfato calciche, con un contenuto di sali minerali naturali miscelati in modo tale da distinguersi per la loro peculiarità ed efficacia.

Impiegata da sempre per combattere le artrosi, i reumatismi e la sciatica, con il passare degli anni ha visto allargare i suoi impieghi nelle moderne terapie di riabilitazione motoria, nelle cure vascolari, dermatologiche e in quelle inalatorie.

Benefici

Il fango terapeutico immerso per lungo tempo nell’acqua termale ne acquisisce i suoi pregi e i suoi contenuti. Particolarmente ricca di sali e di anidride carbonica, stimola la dilatazione dei vasi sanguigni provocando un aumento del ritmo venoso e un miglioramento generale della circolazione.

Nell’idromassaggio con massaggio subacqueo la forza dell’acqua si unisce alla mano dell’uomo in un massaggio con manipolo veramente esclusivo il cui getto d’acqua stimola il ritorno venoso.

Se utilizzata per via inalatoria, migliora l’attività di respirazione ed è particolarmente efficace nella cura delle patologie del cavo ofaringeo, ovvero sinusiti, rinosinusiti, faringiti, laringiti, tracheiti. Nei bambini poi determina un aumento delle difese immunitarie.

Il ciclo di utilizzo dell’acqua si completa con l’utilizzo per via orale. Un bicchiere di acqua aiuta l’attività del fegato, combattendo le intossicazioni epatiche e migliorando la sua funzione che si manifesta con la riduzione del tasso di colesterolo.

Un vero prodigio della natura

L’acqua termale, vero prodigio della natura, esercita un’azione oltre che terapeutica, anche fortemente rilassante. Il colore naturale che si apprezza particolarmente immergendosi nelle piscine termali, congiuntamente alla effettuazione di trattamenti viso e corpo, fanno ritrovare anche in un breve soggiorno il proprio equilibrio psicofisico.

La temperatura dell’acqua nella piscina esterna ed in misura minore nelle altre utenze (vasche romane, piscina interna) è leggermente inferiore e può subire variazioni percepibili in funzione della temperatura ambiente e, per la piscina esterna, anche delle precipitazioni meteorologiche (pioggia, grandine, neve), a causa della dispersione di calore.

Italiano